top of page
Picsart_23-09-14_09-31-26-480.png
InShot_20220301_173144045_edited.jpg

segui il portale
sui social network:

  • YouTube - Círculo Branco
  • Twitter - Círculo Branco
  • Instagram - White Circle

CERCA IL TUO
POST PREFERITo:

______________________

ANALISI | Le Parole Lontane

Ciao Nazione Måneskin!

Benvenuti all'ultimo post dedicato all'album 'Il Ballo Della Vita' nella nostra rubrica di recensioni. Oggi analizzeremo "Le Parole Lontane", ultimo singolo estratto dall'album e uno dei videoclip più simbolici della band.


Videoclip ufficiale:

 

ANALISI 'LE PAROLE LONTANE'


Questa volta la canzone porta un messaggio di distanza (molto diverso da 'Torna a casa'), che è molto evidente anche nel video musicale.


"Forse è l'unica canzone in cui l'interpretazione della presenza di Marlena è diversa."

In diversi momenti della clip, Victoria, Damiano, Thomas ed Ethan appaiono da soli sdraiati a letto, oppure insieme, ma soli e pensierosi. Nella storia si nota l'assenza di Marlena, rappresentata da una donna single, che si mette in mezzo con tutti e quattro e, all'improvviso, volta le spalle e se ne va.

E questo è il punto principale. La canzone parla di allontanamento da questa musa (Marlena), perché il suo destinatario non può più sentire la sua presenza.


Bisogna pensarci molto per interpretarlo, come se fosse una lettera alla musa. È l'unico caso in cui viene descritta la situazione: la musa e la libertà sono assenti, questa volta non c'è il lieto fine.

"Marlena, portami a casa che il tuo sorriso è stupendo

Ma sai se adesso ti perdo non vedo neanche più un metro"


Alla fine del videoclip notiamo che i 4 escono dalla casa dove è successo tutto e si incamminano confusi per strada (forse in allusione a questo brano musicale), uscendo anche loro.


Curiosità: Agli concerti de 'Il Ballo Della Vita Tour', nello stesso intervento di Marlena di cui abbiamo parlato nel post precedente, presenta il brano 'Le Parole Lontane' con il seguente estratto:



Amore mio, riesci a sentirmi?
Ovunque tu sia, credimi.
Guarda il cielo, le nuvole ti porteranno dove sorgerà il sole.
Alza lo sguardo al cielo, troverai l'anima umana sulle sue ali, e finalmente comincerà a volare. Sorvolando l'arcobaleno, alla luce della speranza, verso il futuro.
Il glorioso futuro che appartiene a me, a te ea tutti noi.
Guarda il cielo, amore mio."


Siamo sicuri che questo sia un grande finale per il viaggio di Marlena, proprio mentre lascia la scena e lascia i suoi seguaci in perdita per altre fonti di ispirazione.

 


Fine del post!

Siamo ufficialmente giunti alla fine dell''era Marlena', la musa ispiratrice che governa i Måneskin.


La prossima settimana inizieremo ad analizzare i singoli estratti dall'album 'Teatro D'Ira - Vol. I', l'album più recente della band. Ci vediamo lì!




503 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page