top of page
Picsart_23-09-14_09-31-26-480.png
InShot_20220301_173144045_edited.jpg

segui il portale
sui social network:

  • YouTube - Círculo Branco
  • Twitter - Círculo Branco
  • Instagram - White Circle

CERCA IL TUO
POST PREFERITo:

______________________

Premiére | Prime impressioni su "ELVIS" (Portal Måneskin Brasil)


La storia del film Elvis è raccontata dalla narrazione del colonnello Tom Parker (Tom Hanks) manager di Elvis durante la maggior parte della sua carriera, il film ha un rapido passaggio attraverso l'infanzia di Elvis e mostra come Gospel e Blues hanno influenzato lo stile musicale del suo cantante. Il film offre una piccola visione di quelli che furono gli anni '50 e '60, segnati dal Blues e dalla segregazione razziale americana e di come tutto ciò abbia influenzato quello che oggi conosciamo come il Re del Rock in Roll, Elvis va ben oltre un film biografico, lui mostra un Elvis sensibile con una vita travagliata, i suoi alti e bassi e il difficile rapporto con il suo manager Tom Parker, che qui è il “cattivo” della storia. La storia è raccontata dal punto di vista di Parker, quindi possiamo credere a tutto ciò che abbiamo visto?


Noi, da Portal Måneskin Brasil siamo stati invitati dalla Warner Bros. Pictures Brasil per assistere all'anteprima del film Elvis, che si è svolta il 5 luglio 2022.

E poiché ci piace condividere tutto con voi, non potevamo fare a meno di scrivere qualcosa su questo film sensazionale!

Ma cosa c'entra Portal con l'uscita di Elvis?


Nel caso in cui tu sia un fan recente dei Måneskin o non l'abbia ancora sentito, la band ha ri-registrato la canzone "If I Can Dream" appositamente per la colonna sonora del nuovo film, che include anche le uscite di DojaCat, Eminem, Diplo, Tame Impala e se stesso Austin Butler – protagonista del film.




I Måneskin sono stati invitati dal regista del film, Baz Luhrmann, a registrare un brano per la colonna sonora scelta dal gruppo, che ha sviluppato “If I Can Dream” in un'unica sessione di registrazione. L'incontro ufficiale con il regista è avvenuto nel backstage del Coachella Music Valley, nell'aprile 2022, e ufficializzato poco dopo con una visita a Graceland.




Come definire il film Elvis?


Caotico e fantastico per me sono le parole, nel miglior stile del regista Baz Luhrmann ('Moulin Rouge' e 'Il grande Gatsby'). Caotico perché tutte le informazioni vengono riprodotte molto velocemente, quindi se perdi la concentrazione per qualche minuto la storia ha già cambiato rotta, tutto viene giocato con un'estetica di frammentazione della realtà, e questo viene fatto in modo così sensibile da rendere il narrativa dal film fantastico.


Il film inizia con il trasferimento della famiglia di Elvis a Memphis, Tennessee, passando rapidamente attraverso la sua adolescenza, mostra la registrazione del singolo "Heart break Hotel" il suo primo singolo con la RCA che ha raggiunto il numero 1 negli Stati Uniti e subito dopo la firma del loro contratto discografico in un accordo organizzato dal colonnello Tom Parker.


Vediamo momenti cruciali nella carriera di Elvis, per esempio, quando fu costretto a fare il servizio militare in Germania dopo aver rifiutato di esibirsi senza i suoi movimenti pelvici, che vengono dalla musica nera. Mentre prestava servizio in Germania conobbe quello che lui stesso definì "l'amore della sua vita", Priscilla Presley.Rientrato dal paese, dedicò gran parte degli anni '60 alla realizzazione di film e, sempre nel '68, realizzò uno speciale televisivo intitolato ' Elvis', un nuovo spartiacque nella sua carriera.


Luhrmann ha dovuto condensare 42 anni di storia in un film, vediamo enormi salti temporali, anche così, la narrazione del film rimane chiara, in 2 ore e mezza di film capiamo come sono stati i 20 anni di carriera di Elvis, fino alla sua morte presto il 16 agosto 1977.




Vale la pena andare a vederlo nei cinema!



 

2 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page