top of page
Picsart_23-09-14_09-31-26-480.png
InShot_20220301_173144045_edited.jpg

segui il portale
sui social network:

  • YouTube - Círculo Branco
  • Twitter - Círculo Branco
  • Instagram - White Circle

CERCA IL TUO
POST PREFERITo:

______________________

Måneskin: arrivando fortissimi (12/2021)


Disclaimer: trascrizione e traduzione dell'articolo e dell'intervista realizzati da DYI Magazine ai Måneskin, pubblicati il ​​16 dicembre 2021.

MÅNESKIN: ARRIVANDO FORTISSIMI

Nel corso di sei mesi, i Måneskin sono passati da eroi della loro città natale alla band più popolare del mondo. Abbiamo incontrato i rocker italiani per parlare del loro anno più selvaggio e di cosa c'è in serbo per il 2022.


È un triste mercoledì sera di ottobre, e mentre la maggior parte delle persone è rannicchiata sul divano, orde di adolescenti fanatici si stanno riversando all'Islington Academy di Londra, dopo aver strappato i biglietti per forse lo spettacolo segreto più caldo della stagione. Annunciato poche ore prima, la folla in continua crescita attende di vedere il gruppo più discusso (e forse più sorprendente) del 2021.

Mentre la band si prepara sul palco per offrire uno spettacolo emozionante di un'ora, è chiaro che questo momento consoliderà un anno abbagliante per tutti i soggetti coinvolti. Stiamo ovviamente parlando dei Måneskin: il quartetto italiano che da un giorno all'altro è passato dall'essere relativamente sconosciuto a uno dei gruppi più affascinanti del mondo.


Anche se il loro nome potrebbe non essere stato sentito all'estero prima della loro vittoria in Eurovision a maggio, il quartetto rock è stato in prima linea in patria dal 2017.

Lo spettacolo improvvisato di stasera a Londra, tuttavia, mostra quanto sia cresciuta la loro popolarità da allora; dai fan frenetici ai TikTokers, con molti tra la folla vestiti di pelle e borchie in omaggio alla band, questa notte dimostra che il gruppo ha tutte le caratteristiche per essere un gruppo di culto moderno.


Composti dal frontman Damiano David, dal chitarrista Thomas Raggi, dalla bassista Victoria De Angelis e dal batterista Ethan Torchio, i Måneskin si sono formati per la prima volta nel 2016, ma i membri sono amici dai tempi del liceo. Man mano che le loro passioni musicali crescevano, i gusti erano completamente diversi l'uno dall'altro - Vic era ossessionato dall'hardcore metal, mentre Thomas era più "progressive jazz" - tutto si è unito dopo che il quartetto ha fatto un'autoproclamata cover "hard" della canzone 'Breezeblocks' da alt-J. "Quella è stata la prima canzone che abbiamo suonato insieme e ha funzionato subito", ricorda Vic. "In seguito è stato più difficile trovare canzoni che funzionassero anche bene. Ma siamo stati fortunati al primo tentativo".


Mantenendo quella fortuna molto tempo dopo, la band è stata poi selezionata per l'undicesima stagione di "The X Factor Italia", eseguendo diverse altre cover durante la loro apparizione, tra cui "Take Me Out" dei Franz Ferdinand, The Killers - "Somebody Told Me", e la loro versione di "Beggin" di The Four Seasons, che ora ha oltre 800 milioni di stream. Tuttavia, mentre il loro secondo posto li poneva come attori forti nella scena musicale italiana, solo pochi anni dopo il gruppo sarebbe apparso in un altro famoso talent show che avrebbe portato le cose a un livello completamente nuovo.


Salendo sul palco dell'Eurovision 2021 con l'inno rock "Zitti E Buoni", il gruppo è stato un successo immediato con il pubblico all'estero, sia nella notte che nei mesi successivi. Con una prestazione emozionante (con tanto di tutine simili), hanno totalizzato 524 punti in finale, con Damiano che ha gridato al microfono ritirando il premio: "Vogliamo solo dire a tutta l'Europa, al mondo intero, Rock and Roll non muore mai!"


Vic sorride oggi: "Penso che ancora non capiamo cosa sia successo [all'Eurovision]. Davvero non ce lo aspettavamo. Eravamo tipo, 'Sì! Vaffanculo a tutti!"'


Penso che non abbiamo ancora capito cosa sia successo. Davvero non ce lo aspettavamo. Eravamo come, 'Sì! Vaffanculo a tutti voi!" - Vic De Angelis

In effetti, Måneskin è rimasto sorpreso di essere arrivato alla competizione, avendo vinto il Festival di Sanremo in Italia due mesi prima per consolidare il suo posto in Eurovision. "Di solito va solo alla musica classica italiana", spiega Vic. "Quindi, quando siamo andati lì con 'Zitti E Buoni', tutti pensavano: 'Non vinceranno mai con questo tipo di musica e con una canzone del genere'".



Quasi all'istante in cui sono iniziate le celebrazioni per la vittoria dell'Eurovision, sono arrivate anche accuse di comportamento illecito, in particolare accuse secondo cui il gruppo stava assumendo droghe durante la cerimonia. Vetri rotti sul pavimento combinati con una sfortunata angolazione della telecamera hanno portato centinaia di persone su Twitter ad accusare Damiano di sniffare cocaina.


"La notizia era falsa", afferma con forza oggi, "quindi quando non sei colpevole, non devi preoccuparti di nulla".


Vic annuisce d'accordo, "Non ci siamo preoccupati troppo perché eravamo appena stati testati e roba del genere", osserva, "ma sì, è stato davvero fastidioso".


"Fottutamente fastidioso," concorda Ethan.



Dopo essersi scrollati di dosso il loro primo incontro con le notizie false, la band si è svegliata la mattina dopo come previsto: con un po' di postumi di una sbornia ei loro telefoni esplodevano con gli amici che inviavano articoli e congratulazioni. E da quel momento non si è fermato, il quartetto ha ricevuto negli ultimi sei mesi i riconoscimenti che la maggior parte sarebbe fortunata a ricevere da decenni.

Laddove altri artisti dell'Eurovision hanno spesso ceduto al tipico declino post talent show e sono svaniti dalla coscienza pubblica, i Måneskin sono emersi vittoriosi come una versione sexy e glam rock degli ABBA, pronti a conquistare.


"Quando siamo usciti da lì, è stato come l'inizio per noi", sorride Vic. "E poi abbiamo iniziato a suonare e la gente ha scoperto le nostre altre canzoni che sono diventate più famose dell'attuale canzone dell'Eurovision!"


Avendo già pubblicato due album in studio - 'Il ballo della vita' del 2018 e 'Teatro d'Ira - Vol. 1 marzo 2021 - Il loro nuovo status di uno dei più famosi (e davvero fantastici) vincitori dell'Eurovision nella memoria recente ha fatto improvvisamente accorrere i fan per scoprire il catalogo arretrato del gruppo.


"È così divertente quando la gente pensa: 'Oh, questa è la mia canzone preferita! Ed è la peggiore canzone del primo disco'", dice Vic con una risata.

 

Ci sono brani che ti colpiscono particolarmente perché la gente sembra amarli?



"'CORALINE'", dice Damiano. "È una ballata, in italiano, che dura quasi sei minuti. Non doveva essere un successo!"


I successi sono qualcosa di cui entrambi gli album precedenti sono pieni, mettendo in mostra il caratteristico funk dei Måneskin mescolato con il glam rock, cantando contemporaneamente in italiano e inglese. Dopo essere stati inizialmente spinti a fare musica solo in italiano, la band racconta come si sentivano limitati, ma ora stanno abbracciando la loro libertà di scrivere in inglese, italiano o "quello che vogliamo".

"Il linguaggio che preferiamo è la musica", scherza Damiano.


I suoi successi bilingue offrono anche divertimento sul palco. Di solito finiscono per portare il pubblico sul palco alla fine del set, ridono dicendo che alcuni fan internazionali non hanno ancora imparato a cantare in italiano.


"Abbiamo questo fantastico video dei fan che abbiamo portato sul palco durante l'ultima canzone, che è una canzone rap italiana molto veloce", ride Vic. "La senti urlare, metà in italiano, metà in inglese, metà in non so cosa...".

 

"Penso che il segreto sia la vera connessione che abbiamo tra di noi. Siamo veri amici nella vita di tutti i giorni, e penso che si dimostri" - Ethan Torchio

I Måneskin hanno passato l'ultima metà dell'anno a essere acclamati come i leader di una nuova ondata di rinascita del rock'n'roll. È un termine indubbiamente lodevole, ma di cui il gruppo è un po' insicuro.


"Vogliamo solo scrivere musica, suonarla e vedere come va", osserva Ethan.


Tuttavia, mentre alcuni potrebbero aver messo in dubbio le sue credenziali da rocker, quando la leggenda Iggy Pop irrompe nella sua musica - l'icona punk si è unita alla band per una nuova versione di "I Wanna Be Your Slave" - ​​sai che stai faccendo qualcosa di giusto.


"Abbiamo fatto una videochiamata con lui [Iggy] e stavamo tremando e cercando di sembrare cool", ride Vic. "Abbiamo cercato di mantenere la calma, ma abbiamo chiuso il computer e ci siamo detti, 'Ahhhh! Ha detto che era molto impressionato da quello che stavamo facendo perché eravamo una vera band e suonavamo strumenti e non avevamo cose fatte sul computer . E sì, era... molto umile, ci parlava come se fosse nostro amico!"


Oltre ad avere un fan in Iggy, Måneskin da allora è stata acclamata da molti volti famosi, scoprendo improvvisamente che le sue notifiche di Instagram rimbalzavano con follower verificati. "Demi Lovato mi ha seguito due giorni fa!" Damiano si vanta. "Sono cresciuto guardando Disney Channel!"; "E Miley Cyrus!" Vic aggiunge con entusiasmo. "Tutte le stelle Disney!"


Poche settimane dopo la nostra chiacchierata, la band si dirige in America per la prima volta, unendosi ai Rolling Stones per uno spettacolo a Las Vegas.


"È stato piuttosto impegnativo esibirsi insieme a una delle più grandi band di tutti i tempi, e davanti a tutti i fan che potrebbero non conoscerci, ma abbiamo pensato che fosse andata davvero bene", dice Vic in seguito. "Cerchiamo di non pensarci quando siamo sul palco, e ci godiamo semplicemente l'onore di essere lì. Ovviamente sarebbe un sogno avere una carriera così fantastica e fare musica buona come loro; sono uno delle band con cui siamo cresciuti ascoltando, quindi siamo sempre stati molto ispirati da loro".


 

Mick Jagger ha dato a loro qualche parola di saggezza?


"Ci ha detto che aveva ascoltato la nostra musica ed era molto felice che una giovane rock band stia andando bene oggi", continua Vic. "Per noi è stato inestimabile poter parlare con lui. Abbiamo cercato di mantenere la calma, ma forse ci vedevi tremare un po'".

 

Se possiamo usare il nostro privilegio per condividere alcuni messaggi, questa è una delle cose più importanti: Victoria De Angelis



Anche se il gruppo ama la fama ritrovata — diventando un giorno il volto di Gucci e battendo artisti del calibro di Foo Fighters e The Killers per il Best Rock Act sia agli European Music Awards che agli American Music Awards il giorno successivo — lo è anche per i Måneskin. irremovibile nell'usare la sua piattaforma per diffondere un messaggio.


A giugno, mentre partecipavano al Polsat SuperHit Festival in Polonia, Damiano e Thomas si sono baciati sul palco per protestare contro la crescente omofobia nel paese. "Pensiamo che tutti dovrebbero essere in grado di farlo senza paura", ha detto Damiano alla folla dopo. "Pensiamo che tutti dovrebbero essere completamente liberi di essere chi vogliono".

"Se possiamo usare il nostro privilegio e il fatto che così tante persone ci guardano per condividere alcuni messaggi importanti e positivi e per parlare di qualcosa che è importante per noi, allora questa è una delle cose più importanti", sottolinea Vic.


Diffondendo il loro messaggio (e scrivendo successi mentre lo fanno), il gruppo è diventato una delle band più entusiasmanti del 2021. Pur mantenendo un senso di divertimento per tutto il tempo, ciò che li colpisce delle loro esibizioni dal vivo è quanto visivamente amano fare . questo.


"Acquisisci fiducia, giorno dopo giorno e spettacolo dopo spettacolo", spiega Ethan. "E penso che il segreto sia la vera connessione che abbiamo tra di noi. Siamo veri amici nella vita di tutti i giorni, e penso che questo si veda quando siamo sul palco."



Chiaramente colpendo un accordo con molti, Måneskin ha raggiunto pienamente il suo ambito debutto mondiale, registrando il tutto esaurito nei locali di tutto il mondo in pochi minuti.


"Non stiamo fingendo nulla e stiamo parlando di cose che ci stanno realmente accadendo", spiega Ethan. "Le persone possono relazionarsi, perché fuori dal palco, siamo solo normali ventenni e la maggior parte dei nostri fan ha più o meno la stessa età. Penso che stiamo parlando di esperienze che stanno vivendo, quindi possono relazionarsi con questo e trovare qualcuno a cui guardare e che si senta rappresentato".


Attualmente cercando di trovare il tempo per tornare di nuovo in studio, il quartetto cita IDLES e Fontaines D.C come due delle band da cui sono maggiormente ispirati in questo momento, con Thomas che sottolinea quanto sia importante per il gruppo scoprire nuova musica quando scrive . Sforzandosi di scrivere ogni giorno, mentre il loro programma frenetico può essere scoraggiante per la maggior parte, il gruppo sta usando il loro anno di successo globale come fonte di ispirazione.


"Siamo in una città diversa ogni giorno, quindi abbiamo molta energia da sfruttare", spiega Damiano. "Stiamo scrivendo del nuovo materiale, ma non vogliamo essere di fretta. Vogliamo prenderci il nostro tempo per fare musica che ci rappresenti, quindi quando ci sentiremo pronti lo pubblicheremo, ma di sicuro ci sarà nuova musica."


Concludendo il 2021 con il suo futuro più luminoso che mai, Måneskin è più che pronto per entrare nella nuova era dei libri di storia della musica. "È come un nuovo inizio, in un certo senso!" Vic sorride. "Riceviamo così tanta attenzione, quindi vogliamo fare cose che ci rappresentino davvero bene. Ora ci sentiamo molto più liberi perché, negli ultimi anni, molte persone ci dicevano che la musica rock non ci avrebbe portato al successo e poi non ce l'abbiamo fatta e hanno cercato di fermarci, ora nessuno ci ferma".


 


Traduzione al portoghese: Bruna Brito | Portal Måneskin Brasil © 2022

Traduzione al italiano: Juliana Galvão | Portal Måneskin Brasil © 2022

Original: Elly Watson | DIY Magazine © 2021


Tutti i diritti riservati a DIY Magazine

5 visualizzazioni0 commenti

Bình luận


bottom of page